Con cambio destinazione d’uso s’intende tutto l’insieme delle modalità e delle finalità di utilizzo di un edificio o di un abitazione. Spesso con questa espressione ci si riferisce anche ad interi comparti urbanistici. Un esempio di cambio destinazione d’uso è generalmente il cambio da residenziale a commerciale oppure industriale e viceversa.

Molto spesso accade, infatti, di avere l’esigenza di mutare la destinazione d’uso di un edificio che originariamente è stato progettato e realizzato per altri utilizzi. Potremmo trasformare, per esempio, trasformare degli edifici a piano terra in vere e proprie abitazioni e viceversa. Oppure trasformare un loft industriale in un grosso e moderno appartamento.

In base al cambiamento (se si effettuato grossi lavori edilizi oppure no) il cambio di destinazione d’uso richiede delle differenti procedure autorizzative.

Come si effettua il cambio di destinazione d’uso a Viterbo e provincia?

destinazione d uso commercialePrima di tutto dobbiamo accertarci se nell’area prescelta è possibile effettuare il cambio destinazione d’uso consultando il PRG (Piano Regolatore Generale). Determinate aeree, infatti, non permettono il cambio di destinazione d’uso, per questo è bene prima di effettuare qualsiasi tipo di intervento una consultazione e verifica.

Dopo aver ottenuto il via libera al cambio di destinazione d’uso, le autorizzazioni ed i permessi si suddividono a seconda che il mutamento richieda o meno la realizzazione di opere.

Cambio destinazione uso Viterbo con realizzazione di opere

Il cambio di destinazione d’uso che si effettua attraverso delle opere può essere definito mutamento strutturale. In questo caso, il cambio di destinazione d’uso con opere, di richiede il permesso di costruzione tramite la Super DIA.

Il cambio destinazione d’uso che richiede la realizzazione di interventi va richiesto insieme ad una pratica edilizia. Un tecnico abilitato deve presentare la pratica al Catasto.

Per un semplice cambio destinazione d’uso generalmente i Comuni del Viterbese richiedono una semplice DIA e i tempi solitamente sono molto celeri.

Cambio destinazione d’uso Viterbo senza realizzare opere

Il cambio di destinazione d’uso senza la realizzazione di opere viene definito mutamento funzionale. Infatti, può essere realizzato semplicemente tramite una SCIA (Segnalazione di Inizio Attività).

Tempi e permessi per ottenere il cambio di destinazione d’uso a Viterbo e provincia

Come si può intuire dalle pratiche da seguire e permessi da ottenere, il cambio di destinazione d’uso è bene che sia seguito da un tecnico abilitato come geometra, architetto o ingegnere.

I tempi a Viterbo e provincia sono molto rapidi in caso di cambi di destinazione d’uso senza realizzazione di opere. Bastano pochi giorni e il tecnico abilitato (geometra, architetto o ingegnere) otterrà l’autorizzazione dal catasto. Il tutto con sei giorni si riesce a portarlo all’ufficio protocollo. Per altri tipi di cambio di destinazione d’uso i tempi variano.

Tempistiche e Prezzi Cambio destinazione d’uso: 7-30 giorni, a partire da € 2000.