Scia edilizia: cos’è?

scia modelloLa Scia è il termine con il quale viene comunemente indicata la Segnalazione certificata di inizio attività. Si tratta di un permesso rilasciato in edilizia per costruire, ampliare o modificare edifici. La Scia si è imposta al posto della vecchia Dia, ovvero la Dichiarazione di inizio attività. Quest’ultima richiedeva un preavviso di 30 giorni per consentire al comune di riferimento di fare i dovuti controlli prima di iniziare a costruire o modificare. Diversamente, la Scia permette di cominciare i lavori immediatamente dopo la consegna dell’attestazione.

La Scia consiste in un’autocertificazione di inizio dell’attività costruttiva o di modifica. Le intenzioni del proprietario devono essere comunque ratificate da un tecnico non di parte, ovvero del comune, ad esempio un geometra.

La presentazione della Scia all’ufficio tecnico del comune di Roma o di un comune della provincia impone la consegna delle cosiddette asseverazioni, ossia i progetti e i preventivi di costruzione o ristrutturazione da parte di tecnici abilitati. La responsabilità legale rimane comunque appannaggio del progettista e del direttore dei lavori, nonché del proprietario di casa, proprio come avveniva per la Dia.

Quali tipi di intervento richiedono la Scia

La Scia è richiesta per alcuni tipi di intervento particolari. Il primo è l’intervento per manutenzione strutturale, ad esempio per manutenzione di impianti che richiede anche il rifacimento di muri e fondamenta. Si usa la Scia anche per restauri e ristrutturazioni edilizie di edifici interi o di porzioni (gli appartamenti interni o le zone comuni).
Non bisogna dimenticare che la Scia è obbligatoria non solo quando si costruisce, ma anche quando si demolisce o si cambia destinazione d’uso ad un edificio. Abbattimenti programmati e variazioni di destinazione d’uso, dunque, richiedono questo certificato.

Scia edilizia a Roma e provincia, come fare

Una volta accertato il bisogno della Scia per la ristrutturazione o la costruzione di un edificio, bisogna capire come fare a compilare e consegnare tutti i moduli richiesti.

Il nostro Studio di architettura a Roma si occupa della presentazione della Scia e del reperimeno di tutti i documenti necessari a tale fine. Contatta i nostri consulenti per maggiori informazioni su tempistiche e costi Scia a Viterbo, Roma e provincia.

Beni artistici e archeologici

Nel comune di Roma soprattutto, però, bisogna tenere sempre conto di una questione non marginale: i vincoli paesaggistici e archeologici. Soprattutto la costruzione di nuovi edifici, ma anche i restauri di edifici esistenti, comportano una serie di accorgimenti che altrove forse sono meno stringenti. La possibilità di trovarsi su un terreno cosparso di rovine romane, oppure di trovare reperti durante gli scavi, è elevatissima, quasi vicina alla certezza.

In questi casi la Scia può essere rilasciata solo dopo che la Soprintendenza ai beni artistici e archeologici del comune di Roma ha dato il proprio nulla osta. Il problema, tuttavia, continua a sussistere. La creazione di edifici, per esempio, potrebbe appesantire il sottosuolo e provocare delle frane o dei cedimenti strutturali. Ecco perché ogni modifica va fatta tenendo conto delle antichità presenti e sempre previa consultazione di un tecnico.

In questi casi, a parte i tecnici per la realizzazione dei preventivi e dei disegni, è obbligatorio consultare un soprintendente ai beni artistici laddove si presenti la possibilità o la certezza di impattare con reperti.

Summary
SCIA
Service Type
Provider Name
Studio Architetto,Lazio- Telephone No.327 1253992 - 333 2528616
Area
Lazio
Description
Presentazione Scia edilizia