costruzione nuovo edificio

Il permesso di costruire è un titolo autorizzativo, rilasciato dal Comune, per la realizzazione degli interventi edilizi. In passato, il permesso di costruire aveva una denominazione diversa: inizialmente il titolo aveva il nome di Licenza Edilizia, sostituito poi con quello di Concessione Edilizia a seguito dell’emanazione della cosiddetta Legge Bucalossi, ossia la Legge 10/1977.

Come si ottiene il permesso di costruire?

Per ottenere il permesso di costruire a Viterbo e in tutti i comuni della provincia, occorre presentare richiesta allo Sportello Unico per l’Edilizia del Comune.

A questa, deve essere obbligatoriamente allegato il progetto e gli elaborati grafici relativi all’intervento da realizzare.

Inoltre, l’architetto, o il professionista incaricato, deve attestare la conformità dell’intervento alla normativa vigente in materia.

Quanto occorre richiede il permesso di costruire?

Sebbene negli anni la politica di semplificazione burocratica abbia introdotto alcuni procedimenti, quali la SCIA e la DIA, ad oggi il permesso di costruire è comunque richiesto per:

  • nuove costruzioni;
  • ampliamenti;
  • Ristrutturazioni rilevanti.

Quali sono le tempistiche per il rilascio del permesso di costruire?

A seguito dell’emanazione della Legge 106/2011 (prima D. L. 70/2011), che ha introdotto il principio del silenzio assenso legato al permesso di costruire, le tempistiche sono determinanti.

Entro 10 giorni dalla presentazione dell’istanza, l’Amministrazione comunale nomina un responsabile del procedimento , il quale deve verificare la presenza dei requisiti richiesti per la proposta di provvedimento, tramite la quale viene rilasciato il permesso di costruire.

Il rilascio del permesso di costruire prevede il pagamento degli oneri concessori.

Il richiedente, dopo aver avuto il permesso, ha tempo un anno per iniziare i lavori e tre anni per concluderli.

Proroga permesso di costruire

Esistono specifici casi nei quali è, tuttavia, possibile prorogare la data di inizio lavori, così come quella di ultimazione. La proroga deve essere richiesta prima della scadenza delle relative tempistiche previste e viene concessa qualora i lavori non hanno avuto inizio o fine per motivazioni legate ad iniziative dell’amministrazione oppure ad eventi e fatti il cui avvenimento non è legato alla volontà del titolare.

Tra i casi in cui è possibile richiedere una proroga del permesso di costruire troviamo:

  • difficoltà di natura tecnica o esecutiva emerse dopo l’inizio dei lavori;
  • ritardo nell’erogazione di finanziamenti qualora gli interventi riguardino la realizzazione di opere pubbliche.

Permesso di costruire convenzionato: cos’è e a cosa serve

il Permesso di Costruire convenzionato è stato introdotto dal Decreto Sblocca Italia e ha la funzione di snellire le procedure amministrative e consentire modalità di intervento più semplici nelle aree considerate centro storico.

Il termine convenzionato, attribuito a questa tipologia di permesso, fa riferimento al fatto che vi sarà una vera e propria convenzione nella quale il soggetto attuatore specificherà gli obblighi dei quali si fa carico, al fine di soddisfare l’interesse pubblico.

La convenzione può essere stipulata qualora gli interventi riguardino:

  • cessione di aree
  • opere di urbanizzazione
  • edilizia residenziale sociale

Permesso di costruire: nuovo modello anche nei comuni di Roma, Viterbo e provincia

Lo scorso 6 luglio, la Conferenza unificata tra Governo, regioni ed Enti Locali è intervenuta nell’ambito della modulistica utilizzata da ingegneri, architetti e geometri per le pratiche inerenti al rilascio dei titoli abitativi e alle autorizzazioni degli interventi edilizi.

Hai bisogno di richiedere informazioni sul rilascio del permesso di costruire a Viterbo, Roma e provincia? Contattaci ora.

Tempistiche e Prezzi Permesso di costruire: preventivo su richiesta.