Rigenerazione Urbana Lazio: quali sono gli interventi possibili?

Il consiglio regionale laziale lo scorso luglio ha proceduto con l’approvazione della delibera in merito alla cosiddetta rigenerazione urbana a cui è legato anche il recupero edilizio. Tali normative hanno il compito di prendere il posto della norma che prima portava il nome di Piano Casa e che è rimasto in vigore dal 2009 al 2017.

Senza alcun dubbio, con la nuova delibera nel Lazio si ha la possibilità di beneficiare di uno strumento a dir poco degno di nota grazie al quale dare seguito ad interventi volti alla ristrutturazione di immobili, alla demolizione e alla relativa ricostruzione in maniera semplice e conveniente. Entrando più nello specifico, è utile precisare che si ha la possibilità di beneficiare di un incremento al massimo corrispondente al 20% della volumetria iniziale. Ciò, però, non vale per gli edifici realizzati a scopo produttivo. In questo caso, l’incremento non può superare il 10%.

Piano Rigenerazione Urbana Lazio: i dettagli della normativa

rigenerazione urbana lazioCome anticipato, grazie a questa normativa si ha la possibilità di incentivare notevolmente progetti volti alla rigenerazione urbana. In questo modo, si ha l’opportunità anche di intervenire in maniera diretta sulla qualità della vita dei cittadini.

Per riuscire a comprendere meglio tale aspetto, è utile tenere conto del fatto che con questo piano di rigenerazione urbana vengono favorite formule come, ad esempio, il co-housing che, com’è noto, rappresenta una delle forme di condivisione degli spazi più in voga del momento. Questo, però, non è l’unico aspetto degno di nota.

Il piano, infatti, favorisce anche la diffusione di attività medio-piccole e consente di avviare percorsi volti al recupero delle aree periferiche della città. Da non sottovalutare è, inoltre, il potenziamento della mobilità sostenibile e l’aumento della sicurezza e della prevenzione per quanto concerne il rischio sismico.

Come è facile intuire, dunque, il piano di riqualificazione in questione ha tutte le carte in regola per rappresentare una vera e propria rivoluzione anche in fatto di occupazione. Basti pensare al fatto che tra gli incentivi previsti ci sono anche quelli relativi alla ristrutturazione di fabbricati di natura agricola che potrebbero riguardare principalmente i giovani imprenditori. Attraverso tale percorso di rigenerazione urbana, infine, nel Lazio si ha intenzione di limitare in maniera molto importante il consumo di suolo, promuovendo in maniera importante lo sviluppo delle aree verdi.

Ambiti di intervento

Quando si parla del piano di rigenerazione urbana non si può assolutamente prescindere da un ragionamento in merito alle aree che possono essere coinvolte nelle varie azioni. Ad essere protagoniste di questo progetto sono le aree urbanizzate, gli edifici a norma e quelli che risultano essere sanati. Non si ha, invece, l’opportunità di sfruttare il piano nelle aree in cui è presente il cosiddetto vincolo di inedificabilità, le aree protette, quelle agricole e gli insediamenti urbani di carattere storico.

Prima di procedere con questi interventi, si ha la necessità di richiedere i relativi permessi al comune di competenza. Così facendo, non si dovrà fare i conti con problematiche di vario genere sia nel breve che nel medio e lungo periodo.

Piano Casa Lazio proroga 2018

lazio rigenerazione urbanaIn fatto di ristrutturazioni e di interventi di vario genere, in tale ambito è utile anche menzionare il Piano casa per il Lazio e la relativa proroga prevista per il 2018. Grazie a tale proroga, i cittadini del Lazio hanno la possibilità di effettuare interventi di vario genere, beneficiando di agevolazioni e incentivi degni di nota. Tra questi incentivi ci sono, ad esempio, il recupero di sottotetti nel Lazio e, più in generale, ogni genere di intervento di varia entità.

Ovviamente, chi ha intenzione di dare seguito ad un intervento di ristrutturazione non deve fare altro che contattare un esperto del settore al quale rivolgersi sia per ottenere un preventivo puntuale che per richiedere l’effettiva applicazione degli incentivi. Dopo aver fatto ciò, non si dovrà fare altro che individuare una ditta alla quale rivolgersi per svolgere i lavori e per espletare tutte le pratiche.

Il piano di rigenerazione urbana, come è facile intuire, è il miglior modo per consentire alla regione Lazio di rilanciarsi e di recuperare anche le aree e gli edifici più trascurati, in modo tale da rendere ogni angolo della città fruibile, al passo con i tempi e, senza dubbio, molto più sicuro. L’obiettivo, dunque, è quello di garantire a tutti i cittadini una qualità della vita molto più elevata e un nuovo modo di vivere il territorio in ogni suo angolo.